Giona Rossetti: Cinque variazioni sul tema del cielo / Progetto per un paesaggio inesistente

_LAS7942L’ORTO d’ARTE di via Bagaini 20 a Varese accoglie una nuova opera. Grazie all’Associazione Culturale Parentesi, allo Spazio Lavit e al contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto, dal 16 ottobre è possibile ammirare una affascinante installazione realizzata dall’artista Giona Rossetti. “Cinque variazioni sul tema del cielo” e “Progetto per un paesaggio inesistente” sono i titoli delle due installazioni di Rossetti che dialogherà perfettamente con lo spazio aperto, concesso da Edil3 Immobiliare. Il prato verde sarà lo sfondo ideale per un’opera concepita proprio grazie alla profonda comunione dell’artista con la natura, la sua ricerca è incentrata sull’analisi della straordinaria magia degli elementi naturali che ci circondano e si presenta oggi con quest’installazione, abbellendo il centro della nostra città.

Scriveva Baudelaire: “La Natura è un tempio in cui i pilastri vivi a volte emettono confuse parole; l’uomo, osservato da occhi familiari, tra foreste di simboli s’avanza”.

La ricerca di un luogo interiore, di un significato profondo, caratterizzano l’ opera di Giona Rossetti. Esso ascolta il respiro della natura costruendo metafore, cercando di coglierne l’aspetto arcaico.

BIOGRAFIA: Nasce a Milano nel 1961. La sua attività artistica inizia intorno agli anni ’80 partecipando a diverse rassegne. Nei suoi lavori temi a materiali vengono ricuperati in ambito naturale e trasformati in suggestive proposte formali. Nel 1989 organizza la sua prima personale presso la Galleria Dieci Due di Milano.

MOSTRE:

  • 1985 Brown Boveri Milano – Studio Marconi Milano
  • 1986 Nuove tendenze in Italia Milano – Murazzi del Po Torino
  • 1987 ex caserma Gargnano (BS)
  • 1988 Matrici di gioco Castello – Colonna Genazzano (Roma)
  • 1989 Art jonction Nizza
  • 1992 Galleria Rino Costa Casale Monferrato (Al); Fuor d’acqua – Spazio Cesare da Sesto Sesto Calende (Va); Altri nutrimenti – Spazio Cesare da Sesto
  • 1993 Tra oriente e occidente – Cascina Stalvitale Osmate (Va)
  • 1994 Molto diligenti osservazioni – Galleria d’arte moderna Gallarate (Va)
  • 1995 Giovani umani in fuga – Mendrisio(Ch); Astrazioni – Palazzo della permanente (Mi)
  • 1996 Estate nei chiostri dell’Umanitaria (Mi) – Viconago (Va)
  • 1997 Senza frontiere – Ginza Art Gallery Tokio (JPN)
  • 1998 Torre Colombera Gorla Maggiore (Va)
  • 2000 Passaggi a nord ovest – Biella
  • 2001 Lucidombre – Spazio Cesare da Sesto (Va)
  • 2002 La pelle del fuoco – Chiostro di Voltorre (Va)
  • 2012 Biennale di Torino
  • 2016 Cortocircuito Barasso (Va)

 

 

 

spazio lavit  parentesi quadrato  orto arte picc  Logo-Fondazione-Orizzontale

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •