PUNCTUM: la nuova mostra personale di Giuliano Tomaino a Varese

PunctumPg+Lo Spazio Lavit in collaborazione con l’Associazione Culturale Parentesi è lieta di presentare la mostra personale di Giuliano Tomaino

PUNCTUM

Dopo quattro anni dalla mostra evento SCULTURE ROSSE IN CITTÀ che aveva coinvolto una delle piazze principali di Varese, ritorna allo Spazio Lavit l’artista GIULIANO TOMAINO. Era il 2012 quando le sue grandi figure in ferro smaltato rosso avevano animato Piazza Montegrappa, grazie alla collaborazione con l’archistar Mario Botta, creando curiosità e scalpore. Nella stessa occasione nella galleria di Via Uberti 42 era stata allestita una ricca personale che ha permesso a tutti di avvicinarsi all’arte di Tomaino, un ligure doc che ha saputo far conoscere la sua arte a livello internazionale. Da allora ad oggi Tomaino ha partecipato a varie iniziative tra le quali EXPO 2015 che l’ha visto protagonista con ben 12 sculture lungo il viale Decumano, allargando così la sua visibilità a livello mondiale.

L’artista è tornato a Varese, sempre nel 2015 per il posizionamento dell’opera SONO QUI, donata dall’Associazione Culturale Parentesi, che ha trovato una perfetta collocazione sulla rotonda di Viale Europa (all’angolo con Via Uberti).Lo Spazio Lavit propone una nuova personale, “PUNCTUM” , visitabile dal 12 novembre al 24 dicembre 2016, per mostrare al pubblico l’evoluzione creativa di questo grande artista. L’esposizione, presentata dal critico d’arte Martina Corgnati è realizzata da Alberto Lavit con la collaborazione dello storico dell’arte Laura Orlandi e dell’Associazione Culturale Parentesi. La mostra è stata organizzata grazie al sostegno di AGRICOLA Home&garden e di LIFE dental-health-fitness.

Punctum, come ogni mostra di Tomaino, segna un punto e a capo, una chiusura e un nuovo inizio. Nei testi antichi indicava il punto cruciale e più delicato di un dilemma, il così detto punto dolente di una questione. Il titolo di questa esposizione allude quindi ad andare al nocciolo del problema, identificarlo, per poi risolverlo e superarlo. Come in ogni ambito creativo o scientifico, così anche nell’arte, l’evoluzione di una ricerca arriva a momenti di assoluta determinazione, che chiudono cicli, per aprirne di nuovi. Tomaino prosegue senza sosta sulla linea di un lavoro che è in continua evoluzione, tiene stretto a sé le immagini che è riuscito ad inventare, creando un vocabolario visivo fatto di forme sintetiche, immediate e profondamente evocative. Archetipi contemporanei che hanno trovato uno spazio esclusivo in un universo di sollecitazioni sensoriali. L’artista compie un viaggio senza avere fissa una sola meta, lasciando ad ogni tappa dei piccoli o grandi capolavori. La mostra prosegue in contemporanea anche ad AGRICOLA Home&Garden (via Pisna 1 Varese) nello spazio AGRICOLA COLTIVA L’ARTE.

 

BIOGRAFIA: Giuliano Tomaino è nato alla Spezia nel 1945, vive e lavora a Sarzana; ha iniziato la sua carriera alla fine degli anni Sessanta, nella direzione dell’Arte Povera, con assemblages di objets trouvés. Ha esposto in musei e gallerie pubblici e privati sia in Italia che all’estero, tra i quali: Spazio Lavit, Varese, 2012; Palazzo dei Diamanti di Ferrara; Galleria civica d’arte contemporanea della Spezia; Museum Im Vogtturn Zeel Am See (Austria); Galata Museo del mare, Genova 2009; CAMeC, museo d’arte contemporanea, La Spezia. Ha partecipato alla Biennale di Venezia 2011. Ha inoltre realizzato: “Di luce in luce” installazione luminosa – Castello di San Giorgio La Spezia; “Abracadabra” installazione in ferro dipinto – Biennale di Dakar; Il cavaliere inesistente, Chiesa e Chiostro di S.Agostino Pietrasanta 2012; “Sculture rosse in città”, Varese 2012. Armony Show, New York 2013, EXPO, Milano 2015

La mostra ha il patrocinio della Provincia e del Comune di Varese. Si ringrazia AGRICOLA Home&garden

INAUGURAZIONE 12 NOVEMBRE ORE 18 presso lo SPAZIO LAVIT (Via Uberti 42 – Varese)

 

 


 

GIULIANO TOMAINO:PUNCTUM”

A cura di Martina Corgnati

Dal 12 novembre al 24 dicembre 2016

Spazio Lavit | Via Uberti 42 | Varese

Orari: mart-sab 17.00/19.30 o su appuntamento

Per info: Tel: +39 0332 312801 | Mobile: +39 335 7119659

www.spaziolavit.com | info@spaziolavit.com | comunicazione@spaziolavit.com

 


 

Leggi e scarica le note della curatrice (PDF)

L’orto d’arte: il progetto

Nella zona centralissima della città giardino, via Bagaini 20, stanno nascendo i primi frutti di una semina fatta da Alberto Lavit, titolare dell’omonimo Spazio Lavit in via Uberti 42 e Presidente di Parentesi. Grazie alla disponibilità e accoglienza di EDIL3 Immobiliare Varese – con cui Lavit ha siglato un accordo – nasce l’ORTO d’ARTE. Due appezzamenti verdi di 80 e 75 mq di proprietà dell’Edil3, recintati e con video sorveglianza, diventano sito di installazioni di artisti, nazionali e non, cambiando di volta in volta. Seguendo l’esempio di altre città italiane e soprattutto delle moderne capitali europee che sono abituate a rendere omaggio all’arte contemporanea in spazi aperti, così anche Parentesi allarga i propri orizzonti. Questa frizzante idea offrirà ai cittadini un assaggio d’arte totalmente gratuito, proprio lungo una via di grande passaggio che incrocia il termine del corso pedonale. Continua così il percorso di Parentesi, che fin dalla sua fondazione nel 2011, ha sempre cercato di creare un dialogo con la città, offrendo la cultura a tutti, proprio attraverso installazioni site specific come quelle attualmente in corso ai Giardini Estensi che vede protagonista Equity di Sandro Del Pistoia o donazioni, come la mano rossa “SONO QUI” di Tomaino che saluta i cittadini in Viale Europa. Un’occasione importante anche per gli artisti, selezionati dalla galleria Lavit, che avranno una bella visibilità e uno spazio verde neutro dove esprimere la propria fantasia. L’ORTO d’ARTE cambierà aspetto ogni volta che verrà piantato un nuovo seme, installazioni e sculture di varia natura e materiale si alterneranno creando piccole mostre a cielo aperto.

 

unnamed

L’ORTO d’ARTE ha ricevuto il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto

 

 unnamed Gianni Landonio 15 giugno – 3 settembre 2016 

unnamed  Giorgio Sovana  15 giugno – 3 settembre 2016 

cover-rossetti  Giona Rossetti  16 ottobre – 8 novembre 2016

alex sala   Alex Sala  24 settembre 2016 

 

ritratto_di_Tomaino Giuliano Tomaino  11 novembre 2016- 23 marzo 2017

148683740157009 Giorgio Presta – Gaetano Blaiotta  11 febbraio – 30 marzo 2017

patarini  Simone Patarini 1 aprile – 2 maggio 2017

Puttart-di-Monti-11 Puttart di Silvio Monti  

orto-darte OLTRE – Paolo Guadalupi e Francesco Faravelli

21950720_1683160535050936_2437520423456520405_o 3RE (TREzza-REgidore) – MOODS

orto d'arte 3

 

 

 

Lorenzo Martinoli 

 

stefano volpe

 

 

Stefano Volpe